Montegiorgio

Montegiorgio

Iniziamo la nostra visita a Montegiorgio partendo da Corso Italia, qui a sinistra la facciata barocca della Chiesa di S. Michele Arcangelo (1). Salendo troviamo la Chiesa dei SS. Giovanni Battista e Benedetto (2) dalla bella facciata classicheggiante in laterizio. In Piazza Matteotti, dominata dall’imponente facciata di Palazzo Passari (3), troviamo l’agile loggiato ottocentesco. Salita una rampa di scale c’è il Palazzo S. Agostino (4) ex sede del convento degli agostiniani. Sopra il loggiato l’Arco del 'Trecento e la  chiesina della Madonna degli Angeli (5). Arriviamo quindi in Piazza Alaleona dove sorgono il Monumento ai Caduti opera di Gaetano Orsolini, il Palazzo Alaleona, la chiesa annessa al convento delle Clarisse e l’antica Torre Civica detta “Torre de palazzu”. Subito a sinistra il Teatro Domenico Alaleona (6) con pregevoli affreschi, stucchi e dorature. Proseguendo si arriva alla sommità del paese, il “Pincio”. Il luogo è dominato dalla possente mole della Chiesa di S. Francesco con il portale di pietra calcarea del 1325. Annessa alla chiesa è la Cappella Farfense (7) con l’interessante ciclo di affreschi “L’invenzione della croce”. Vicino,  l'ex Palazzo comunale (8), sorto negli anni ’50 . Lasciando il “Pincio” troviamo la Chiesa di S. Giacomo (9) e la Chiesa di Sant’Andrea (10).
 Merita una visita con sosta dedicata alla riflessione le incantevoli frazione di Cerreto (11) e di Alteta (12).

1 - CHIESA DI SAN MICHELE ARCANGELO
Via Passari
Tel. +39 0734 961321  Cesoni Arduino priore della Confraternita SS. Salvatore
ORARI: su richiesta


La Chiesa di San Michele, appartenente ai Benedettini fin dal 1263, passò successivamente al clero secolare e nel sec. XVI alla Confraternita del SS Sacramento. Nella seconda metà del 700 vennero fatti importanti lavori di ammodernamento che ampliarono la chiesa e gli diedero l'impronta barocca che tuttora conserva nella facciata dall'andamento originale curvilineo e negli interni rococò.

2 - CHIESA DI SS. GIOVANNI E BENEDETTO
Via Passari
Tel. +39 0734 962028 Don Pierluigi Ciccarè
ORARI: su richiesta


La Chiesa di San Giovanni e Benedetto fu costruita nel 1782 in laterizio con un unico portale di accesso in stile neoclassico. All’interno è possibile ammirare i lavori pittorici di Luigi Fontana (1827-1908) di Monte San Pietrangeli e le decorazioni dell'allievo montegiorgese Nicola Achilli. Presente anche una tela di Stephanus Parrocel del 1740 "La nascita di San Giovanni Battista”.

3 - PALAZZO PASSARI E MUSEO "G. Orsolini"
Piazza Matteotti, 33
Tel. +39 0734 952067 Uff. Turistico (09,00-13,00 dal lunedì al sabato) -Cell. +39 331 8175375 Archeoclub (da giugno a settembre)
ORARI: su richiesta
INGRESSO: ingresso libero


Il Palazzo, che attualmente ospita gli uffici comunali, domina Piazza Matteotti e risale ai secoli XVII-XVIII, strutturandosi con piano della servitù e mezzanino, piano nobile e piano residenziale.
Il piano nobile e quello superiore sono affrescati, quest'ultimo conserva anche la Cappellina privata della famiglia Passari ed in alcune sale adiacenti è ospitata l'esposizione permanente delle opere dello scultore montegiorgese Gaetano Orsolini (1884-1954).

4 – PALAZZO SANT'AGOSTINO con chiostro e Sagrestia di San Salvatore
Largo Leopardi, 1
Tel. +39 0734 952067 Uff. Turistico (09,00-13,00 dal lunedì al sabato) -Cell. +39 331 8175375 Archeoclub (da giugno a settembre)
ORARI: su richiesta
BIGLIETTI: ingresso libero

 
Adiacente alla chiesa di S. Agostino era il convento, su due piani. La struttura portante è costituita da muratura a faccia vista, l'ingresso principale con arco a tutto sesto ha ancora visibili piccole tracce di un portale in pietra adornato con resti di semicolonne.
Dal lato lungo del chiostro è possibile accedere ad uno stanzone quadrangolare che costituiva la Sacrestia di San Salvatore. All'interno un’interessante Crocifissione datata 1380.

5 – ARCO DEL ‘300 E CHIESA DI S. MARIA DEGLI ANGELI
Piazzale Ungheria
Tel. +39 0734 952067 Uff. Turistico (09,00-13,00 dal lunedì al sabato) -Cell. +39 331 8175375 Archeoclub (da giugno a settembre)
ORARI: su richiesta
BIGLIETTI: ingresso libero


Sopra il loggiato si può osservare il cosiddetto “Arco del ‘300”: è ciò che resta del portale della chiesa di San Salvatore poi S. Agostino.
La luce del portale, che stilisticamente potrebbe risalire alla fine del sec. XIII, è murata dalla continuazione della parete della Chiesa di S. Maria degli Angeli sorta nella prima metà dell'800 a seguito del rinvenimento dell'affresco (sec. XV) rappresentante la Madonna degli Angeli. La chiesina che si decise di ricostruire a protezione dell'affresco nel 1825 fu opera dell'architetto Carlo Maggi mentre le decorazioni neogotiche interne furono realizzate dall'artista montegiorgese Raffaele Alessandrini.

6 - TEATRO ALALEONA
Via Roma, 4
Tel. +39 0734 952067 Uff. Turistico (09,00-13,00 dal lunedì al sabato)
ORARI: su richiesta
BIGLIETTO: ingresso libero


L'edificio dalla mole imponente affaccia su Piazzale Alaleona ed ha addossata alla parete corta la torre campanaria (nota come “Torre de palazzu”).
Il teatro fu progettato e realizzato dall'architetto montegiorgese Giuseppe Sabbatini e inaugurato ancora incompleto nel 1891. L’8 settembre 1945 fu intitolato al concittadino musicista Domenico Alaleona.
Internamente gli stucchi sono opera del fermano Salomone Salomoni mentre le decorazioni pittoriche del soffitto sono del maestro ascolano Giovanni Picca.


7 - CHIESA DI S. FRANCESCO E ANNESSA CAPPELLA FARFENSE
Via Roma
Tel. +39 0734 952067 Uff. Turistico (09,00-13,00 dal lunedì al sabato) -Cell. +39 331 8175375 Archeoclub (da giugno a settembre)
ORARI: su richiesta
BIGLIETTI: ingresso libero


L'edificio sorge sul colle più alto del paese ed ha origine da una primitiva chiesa del XI secolo appartenente all'ordine benedettino di Farfa. Nel 1263 i monaci farfensi donano la chiesa all'ordine francescano che la ampliano secondo i dettami romanico-gotici
Annessa alla chiesa è la Cappella Farfense che era adibita alla sepoltura delle famiglie nobili montegiorgesi: si tratta di uno spazio unico con volta ogivale affrescata che conserva un pregevole ciclo di scuola umbro-marchigiana riguardante le storie del ritrovamento della Vera Croce (sec. XV). Sul pavimento ed alle pareti pietre Tra le pietre tombali delle famiglie nobili montegiorgesi poste sul pavimento ed alle pareti, notevole è quella della famiglia Alaleona (probabilmente del XV secolo).

8 - EX-SEDE COMUNALE CON SCALONE DEL PANFILI
Via Roma, 1
Tel. +39 0734.952067 / Cell. +39 331 8175375 (da giugno a settembre)
ORARI: 09,00 – 13,00 dal lunedì al sabato
BIGLIETTO: ingresso libero


L'edificio degli anni ’50 sorge sul luogo dell'ex convento dei frati francescani del quale sono rimasti all'interno il monumentale scalone settecentesco e il soffitto decorato (1774) dal pittore Pio Panfili.
All'interno ospita: la scultura “Il seminatore” dell'artista montegiorgese Gaetano Orsolini, nella sala consiliare la quadreria della famiglia Passari con opere di vedutisti del sec. XVIII e l'archivio storico.

9 - CHIESA DI S. GIACOMO
Contrada S. Andrea, incrocio tra via Mazzini e via Del Sole
Tel. +39 0734 952067 Uff. Turistico (09,00-13,00 dal lunedì al sabato) -Cell. +39 331 8175375 Archeoclub (da giugno a settembre)
ORARI: su richiesta
BIGLIETTO: ingresso libero


Sulla base delle caratteristiche architettoniche esterne si può ipotizzare che la chiesa risalga al XIV secolo. La chiesa sorse per volontà di privati finchè non divenne proprietà del Congregazione della Misericordia. Di fronte all'ingresso è dipinta una Madonna in trono che allatta il Bambino, con due angeli ai lati mentre ai piedi è raffigurato un personaggio inginocchiato, il committente.

10 - CHIESA DI S. ANDREA
Via Cavour
Tel. +39 0734 961874  Rischioni Luciano
ORARI: su richiesta
BIGLIETTI: ingresso libero


Solo nel sec. XVII divenne chiesa claustrale dell'ordine agostiniano.
Esternamente la chiesa presenta i caratteri neoclassici con cui venne ristrutturata da Pietro Maggi nel sec. XVIII mentre all'interno stucchi e decorazioni appartengono allo stile del neogotico-fiorito d'inizio ‘900 con rifacimenti del 1970. All’interno della chiesa si conserva la Madonna della Luna una tavola dipinta da Francescuccio Ghissi nel 1374 ed è stata ribattezzata dai critici d’arte Madonna dell’Umiltà.

11 - CERRETO
Frazione di Montegiorgio

Tel. +39 0734 952067 Uff. Turistico (09,00-13,00 dal lunedì al sabato) -Cell. +39 331 8175375 Archeoclub (da giugno a settembre)

ORARI: sempre aperto (per la chiesa su richiesta)

BIGLIETTO: ingresso libero




Cerreto, perduto giù in fondo tra il verde cupo di una ricca vegetazione e chiuso intorno da monti e colline, non è stato sempre quale ora si presenta all'osservatore. Cerreto era un luogo di ritrovo dell'alta aristocrazia dei paesi vicini, ed attorno all'anno 1870 godeva ancora dell'autonomia comunale. Da visitare la Chiesa di Santa Maria dichiarato Monumento Nazionale, che al suo interno ha con un ciclo di affreschi attribuito al Pagani.
La peculiarità del centro storico è quella di essersi sviluppato anziché sulla sommità di un monte, sul versante di una valle.

12 - ALTETA

Frazione di Montegiorgio

Tel. +39 0734 952067 Uff. Turistico (09,00-13,00 dal lunedì al sabato) - Cell. +39 331 8175375 Archeoclub (da giugno a settembre)

ORARI: sempre aperto

BIGLIETTO: ingresso libero

Comune autonomo fino al 1869, conserva la struttura di castello medievale con la suggestiva Piazza XXV Aprile su cui si affaccia il Palazzo Merli. Castello poligonale di piccola entità edificato sulla sommità di un colle con cinta muraria che segue la forma dell'altipiano e un unico accesso sul lato sud.

Informazioni

Comune
Montegiorgio
Dove
Via Andrea Passari, 44
Tel.
+39 0734 952011